giovedì 31 maggio 2012

Storia di un portachiavi e di una statua in frantumi






10 commenti:

  1. Ho appena finito di leggere la storia e mi sono immedesimata in te, con le tue paure di mamma. Mio figlio ha 7 anni e quando mi ha detto che sarebbe andato in gita. mi sono detta: la gita in seconda elementare?. Avrei voluto dire di no, ma non ce l'ho fatta. I bambini hanno bisogno di fare esperienza lontano dai genitori.Il portachiavi è molto carino e complimenti alla memoria fotografica, di tua figlia. Voglio dirti una cosa: dal modo in cui ti racconti, penso che tu sia una persona molto sincera. E' una rarità oggigiorno. Un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, mi fai un bellissimo complimento che apprezzo molto. :)

      Sì, è vero che i bambini hanno bisogno di esperienze senza i genitori, ma se magari le facessero un po' più vicino, forse ci sentiremmo più tranquille anche noi mamme (i papà sembrano essere meno apprensivi da questo punto di vista)... Quando Silvia era in seconda non ero pronta per mandarla fino a Collodi... Fiabilandia anche era abbastanza lontana, ma ho ceduto, poi comunque era già più grande e mi sentivo relativamente più tranquilla. Venezia non mi ha preoccupato più di tanto perché è vicina (mi ha colpito solo la coincidenza di essere passata proprio dove poi qualche giorno dopo è caduta la statua, ma prima non ero tanto preoccupata), ma sentirai quando scriverò il post della gita fatta nella settimana successiva e poi mi dirai che cosa ne pensi. :)

      Elimina
  2. Ciao e grazie, prima di tutto per la tua visita in Profumi di Pasticci.
    Ho 3 figli, la prima è di ottobre 2006 il terzo è di luglio dell'anno scorso...Laura a settembre frequenterà la prima elementare e già per me è una grande emozione solo a pensarlo!! Per quanto riguarda le gite, ci sono già abituata... sia Laura che Sofia hanno frequentato, chiaramente in anni diversi, lo stesso asilo nido che ogni anno porta i bimbi in "gita".. la mattina presto si accompagnano in stazione e nel tardo pomeriggio si vanno a riprendere...l'appuntamento rigorosamente è in biglietteria, altrimenti gli educatori fanno fatica a gestire i "cuccioli"..ripensandoci mi fa sorridere...vedi qualche bimbo nello zainetto a spalla e qualche altro nel marsupio.. A giorni entra anche Riccardo..sicuramente prima che finisca l'estate andrà in gita anche lui con i suoi piccoli compagni di scuola.
    Un abbraccio e a presto
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando Silvia andava all'asilo, non l'ho mai lasciata andare alle gite, proprio perché ero troppo preoccupata, solo alle uscite nei dintorni (comune, biblioteca, una volta in una fattoria non troppo distante da qui). Mi sembrava troppo piccola. Ho compensato portandola io in un sacco di posti. So che non è la stessa cosa, ma mi pare egualmente di non averle fatto mancae i divertimenti: le ho fatto visitare zoo, parchi a tema, piscine, attrazioni naturalistiche, di tutto e di più. Con noi. Certo. Ma almeno mi sono sentita più tranquilla. Anch'io però ho fatto delle rinunce per lei. Non sono mai andata in vacanza senza di lei e da quando è nata le volte che sono andta a mangiare fuori senza di lei si possono contare sulle dita di una mano. Con questo non dico che gli altri genitori sbagliano, ma io mi sento più tranquilla così. Sono una mamma molto apprensiva, lo so.

      Sono passata nel tuo blog e non ho avuto il tempo di lasciare un commento ripromettendomi di farlo in un secondo momento, ma nel frattempo ti ho messa tra i blog che seguo per non perderti di vista. Ho trovato interessanti le tue ricette, ne ho già pinnate un paio su pinterest. :)

      Elimina
    2. che fortuna che ha tua figlia!! una mamma come te non si trovano tutti i giorni...sicuramente tua figlia ha una marcia in più rispetto le amichette...Brava!!
      ti ringrazio per la visita...mi fa molto piacere che hai trovato qualcosa di interessante..tienimi informata su quello che cucinerai, ci tengo
      Un abbraccio forte
      anna

      Elimina
  3. La gita a venezia è un classicone. Grazie per essere diventata mia follower. baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, soprattutto per noi che in realtà stiamo ad un tiro di schioppo, in meno di mezz'ora di treno ci arriviamo.

      Elimina
  4. ma che bello dai é stata un amore...certo però che le coincidenze...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, al ripensarci mi vengono i sudori freddi...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...